Blog

Carenza sangue, protocollo d’intesa tra comune di Oliveri, Avis di Falcone e consulta giovanile di Oliveri

La Provincia di Messina è collocata all’ultimo posto tra le province della Sicilia per quanto riguarda la raccolta di sangue, emocomponenti e plasma. A tutto questo si aggiunge il grido d’allarme che si è levato già in questo periodo in cui, di norma, visti gli anni precedenti preCovid, non si registravano carenze di sangue, sia per chi né aveva bisogno, come anche per gli interventi chirurgici. In ragione di tutto ciò la Prefettura di Messina ha inviato una nota per sensibilizzare alla raccolta sangue per la stagione estiva 2022, visto che, soprattutto nel periodo estivo, la carenza è cronica. Di recente c’è stato anche un incontro in provincia di Messina per evidenziare l’emergenza del momento e studiare le strategie per non ritrovarsi fra qualche mese completamente a secco. Queste le premesse del protocollo d’intesa sottoscritto dal comune di Oliveri, dall’Avis di Falcone e dalla consulta giovanile del comune di Oliveri, che si impegneranno nella realizzazione di progetti di sensibilizzazione alla cultura della solidarietà e di educazione sanitaria. I tre enti, con il sindaco di Oliveri Francesco Iarrera, il presidente dell’Avis comunale di Falcone Orazio Minutoli ed il presidente della consulta giovanile di Oliveri Marco Crisafulli, si impegneranno ad affrontare l’emergenza sangue promuovendo iniziative per la crescita della cultura del volontariato e del dono del sangue, quale atto di  partecipazione attiva alla vita sociale. Il protocollo d’intesa discende anche dall’accordo stipulato dall’Avis nazionale e l’Anci – associazione nazionale comuni italiani – sulla promozione di iniziative condivise per accrescere la cultura del volontariato e, più in concreto, della donazione del sangue e dei suoi componenti come atto di partecipazione alla vita sociale. Articolo di AMnotizie.it del 16/05/2022 Carenza sangue, protocollo d'intesa tra comune di Oliveri, Avis di Falcone e consulta giovanile di Oliveri - AMnotizie.it - Quotidiano di informazione
Leggi di più...

Specializzandi nei centri di raccolta, la Camera approva il “Sostegni ter”

Il decreto, che nei prossimi giorni sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale, contiene la proposta su cui da tempo AVIS Nazionale stava discutendo con la Sen. Paola Boldrini e il Sottosegretario alla Salute, Andrea Costa. Briola: «Un primo passo verso il rafforzamento del personale sanitario per le attività trasfusionali»

Leggi articolo
Leggi di più...

L’Avis di Falcone fa un bilancio del 2021, il 18esimo anno di attività

Donare è un atto d’amore. Donare il sangue è un atto di vita. Condividiamo la nostra vita per salvarne un’altra. Non dimentichiamoci di chi ha bisogno e di chi soffre...
Donate sangue, donate speranza, donate vita.
Un ringraziamento speciale a tutto il centro, a tutti coloro che prestano servizio con grande professionalità, ma soprattutto tanta umanità. Grazie per tutto quello che fate e per come lo fate.
L'Avis di Falcone fa un bilancio del 2021, il 18esimo anno di attività
Leggi di più...

“Donatori per la pace”: AVIS lancia una raccolta fondi a favore dell’Ucraina

Negli ultimi giorni la nostra Associazione ha preso contatti con numerose organizzazioni attive all'interno e all'esterno del Paese per coordinare gli aiuti.

Gli occhi di tutto il mondo sono rivolti verso le popolazioni colpite da questa terribile e assurda guerra. Di fronte a quanto sta accadendo, AVIS ha voluto offrire il suo contributo incondizionato e manifestare concretamente la sua vicinanza e solidarietà. Quella generosità e quell'altruismo che da sempre contraddistinguono il nostro operato e che nel corso degli anni hanno visto i nostri volontari impegnati in prima linea in occasione di calamità naturali come terremoti e alluvioni. Per questo è stata predisposta una raccolta che servirà, in questa prima fase, a finanziare l'acquisto di medicinali, dispositivi sanitari e l'attivazione di corridoi umanitari per consentire ad alcuni pazienti ucraini bisognosi di urgenti cure di proseguire le proprie terapie all'estero. Chiunque può dare il proprio contributo effettuando un bonifico bancario sul conto corrente: IBAN IT 49N 02008 01601 000100736058 intestato ad AVIS Nazionale, con la causale "Donatori per la pace". Come abbiamo riferito nei giorni scorsial momento non sono previste delle raccolte di sangue dedicate all'Ucraina, ma rinnoviamo l'invito a donare regolarmente il proprio sangue e il proprio plasma perché anche in Italia il fabbisogno non cessa mai. Non facciamo mancare il nostro contributo. Grazie di cuore da AVIS "Donatori per la pace": AVIS lancia una raccolta fondi a favore dell'Ucraina
Leggi di più...
X
X